Intervento Foro Boario 2

L’intervento consistente nella realizzazione di n. 3  palazzine a completamento delll’area ex FORO BOARIO, razionalmente servita da una viabilità a più corsie e dotata di pista ciclabile.

Le palazzine prevedono soluzioni di appartamenti di varie metrature, atte a soddisfare ogni esigenza, (2-3-4 vani), garage al piano seminterrato.

All’avanguardia della progettazione grazie alla collaborazione di progettisti e Ingegneri di provata esperienza, nel rispetto delle norme antisismiche, acustiche e di risparmio energetico ( CLASSE ENERGETICA A).

L’eleganza del contesto architettonico accompagna l’elegante e lussuosa finitura degli appartamenti, con notevole equilibrio delle varie partiture: pavimenti, infissi e impianti.

Immobili personalizzabili grazie ad una vasta gamma di soluzioni da trovare nei nostri capitolati, valutabili fin da subito presso i nostri uffici, ove poter visionare porte -infissi- pavimenti – rivestimenti.

CAPITOLATO LAVORI

1 – Struttura portante su fondazione a platea, solai di piano in cemento armato con sottostante magrone dello spessore minimo di cm 10,  solai di piano in latero cemento, al solo piano terra in lastre tipo “Predalles” alleggerite con pani di polistirolo, il tutto comunque come da disegni e calcoli, conformi alle normative in materia sismica.

2 – Murature di tamponature in termo-blocchi dello spessore come da calcolo termico-acustico. In particolare muratura esterna a cassetta da cm 41 con al suo interno uno strato di polistirolo di minimo 12 cm di spessore;  gabbia del vano scala e muratura di divisorio del tipo come sopra menzionato dello spessore da cm 22 o comunque come da calcolo termico – acustico con al suo interno uno strato di lana di vetro dello spessore di 6 cm; il tutto atto ad assicurare la coibentazione e insonorizzazione nel rispetto della legge con materiale certificato superiore da quanto stabilito dalla legge 311/06.

3 – Tramezzature interne con forati da cm 8x15x30 – 8x30x30 – 8x25x25,murati a malta di calce bastarda, compreso l’onere per le ammorzature.

4 – Intonaci esterni con malta premiscelata di grana media del tipo Fassa Bortolo o S. Pellegrino o  rivestimento facciate in maiolica a scelta dalla D.L.

5 – Intonaci interni con premiscelato a grana fine del tipo civile della Fassa Bortolo o S. Pellegrino.

6 – Scarichi verticali in p.v.c. rinforzati garantiti a 120° centigradi a guarnizione e fonoassorbenti, diametro mm. 110 per bagni, mm. 40/50 per cucine ed aeratori bagni, completi di braghe curve ed ogni altro pezzo speciale.

7 – Pavimenti appartamenti e parti comuni:

– Soggiorno, cucina, disimpegno, camere e deposito occasionale:

Verrà allestito presso il fornitore scelto dalla committenza un’adeguata campionatura sulla base delle seguenti tipologie di pavimenti:

– n. 6 scelte mattonelle gres porcellanato 45×45 marca Iris o similare;

– n. 4 scelte mattonelle gres porcellanato 33×33 marca Iris o similare;

In foto alcuni esempi di pavimenti interni:

Il tutto a tinta unita con alto grado di resistenza all’abrasione secondo le norme P.E.I.; le mattonelle verranno allettate su preparato cementizio e strato di tappetino fonoassorbente antitacco da 5 mm e stuccate a pasta di cemento.

– Rivestimenti cucina 10×10 in tinta unita; bagni con mattonelle 20×20 o 20×40 in tinta unita posate a colla su intonaco predisposto e stuccate a malta cementizia;

altezza di posa: Cucina mt. 1,60 sulla parete attrezzata, bagno principale mt. 2,20, bagno secondario ove previsto mt. 2,00, la scelta potrà essere fornita fra la campionatura che verrà allestita presso il fornitore.

In foto alcuni esempi di rivestimenti dei bagni:

Pavimento Bagni: mattonelle 20×20 garantite con grado di resistenza all’abrasione secondo le norme P.E.I. come da campionatura che sarà allestita c.s..

Pavimenti esterni,terrazze e garage: mattonelle antigelive e antisdrucciolo in gres porcellanato in tinta unita 15×30, 15×15 o 20×20 allettate c.s..

8 – Scale interne modulari a giorno con strutture in acciaio plastificato nero pedata essenza faggio o similare e corrimano nero, ringhiera a colonnine per il solo accesso al Dep. Occasionale (a richiesta le scale interne di accesso al deposito occasionale possono essere in cemento armato).

9 – Soglie davanzali di finestre e porte finestre: saranno in marmo di trani levigato da cm. 3 con gocciolatoio.

10 – Apparecchi igienico sanitari come da allegato 1.

11 – Impianto di riscaldamento: indipendente a gas, caldaina a condensazione, come da allegato 1; predisposizione canna fumaria per la stessa, con posizionamento a scelta della Direzione dei Lavori;  radiatori in alluminio come da allegato 1 o similari; distribuzione in multistrato coibentato con termostato ambiente; la caldaina verrà posizionata in terrazza e sarà accessoriata di attacco per gas metano.

12 – Impianto elettrico completamente sfilabile, eseguito secondo le prescrizioni C.E.E. e le vigenti normative in materia; conduttori in filo di rame di sezione adeguata, completo di salvavita e scarico a terra; interruttori della serie AVE o similari componibili in scatole con marchio di qualità, placche in tecno polimeri.

Verrà rilasciata la dichiarazione di conformità di corretta esecuzione dell’intero impianto per ogni singolo appartamento.

Dotazioni comuni: come da allegato 2/B;

Dotazioni di ogni singolo appartamento: come da allegato 2.

13 – Infissi esterni appartamenti e locali condominiali:

Finestre e porte finestre appartamenti:

–       Infissi in PVC a mescola speciale, rinforzati internamente con trafilati in ferro zincato di sezione adeguata, anta a battente semicomplanare con doppie guarnizioni.

–       Ferramenta Siegenia, con trattamento di superficie cromo bivalente colore argento, dotata di nottolini di chiusura registrabili.

–       Assemblaggio tramite saldature su piastre a temperatura controllata.

–       Vetri basso emissivi da mm 4/20/4 nelle finestre e da mm 4/18/6-7 nelle porte finestre e comunque secondo calcolo eseguito da tecnico abilitato secondo quanto richiesto dalle vigenti normative in materia di risparmio energetico. In particolare nella parte interna tra i due vetri è prevista una cellula riempita di gas Argon per garantire un maggior isolamento termico.

–       Cassematte in lamiera zincata opportunamente sagomate, provviste di zanche a murare;

–       Avvolgibili in PVC con cassonetto coibentato e guide in pvc con spazzolini (escluso piano rialzato dove verranno montate persiane in p.v.c. con ante rinforzate internamente con tubolare di ferro zincato).

–       Colori secondo scelta della Direzione dei Lavori.

Porte locali condominiali in lamiera zincata.

Porte garages in lamiera zincata del tipo basculante a seconda delle esigenze costruttive e di adeguata apertura.

Sportelli contatori Acqua– ENEL -GAS in alluminio verniciato .

Scrigno aggiuntivo nel piano abitabile ed uno scrigno nel deposito occasionale.

14 – Porte interne appartamenti:

Anta a superficie liscia, tamburata di spessore nominale 43.5 mm,in noce tanganica, costruita con intelaiatura perimetrale in legno d’abete, riempimento con struttura alveolare in carta Kraft-Liner, copertura delle due facciate con pannelli truciolati di spessore nominale mm.4 rivestito con legno tranciato / precomposto verniciato al naturale o tinto;

Telaio maestro in materiale legnoso rivestito con tranciato di legno/precomposto e verniciato al naturale o tinto, completo di guarnizione di battuta di colore nero.

Ferramenta composta da n.3 cerniere tipo “anuba” in acciaio bronzato, n.1 serratura con finitura bronzata e chiave ottonata.

La lucidatura delle parti a vista è eseguita con prodotti poliacrilici opachi ad essiccazione fotochimica.

15 – Portoncino d’ingresso appartamento del tipo blindato di adeguate caratteristiche di abbattimento acustico e termico, compreso di anta e telaio in lamiera d’acciaio, serratura di sicurezza a cilindro europeo, guarnizione perimetrale, soglia mobile paraspifferi.

Maniglia in alluminio, limitatore di apertura e spioncino grandangolare .

Rivestimento interno ed esterno liscio in tanganica .

16 – Il battiscopa degli appartamenti verrà realizzato in ceramica.

17 – Tinteggiature interne: saranno semilavabili a due o più mani fino ad ottenere tinta omogenea di colore bianco.

18 – Tinteggiature esterne, ove prevista, al quarzo del colore scelto dalla Direzione dei Lavori.

19 – Discendenti pluviali in alluminio color rame, completi di collarini, bocchettoni, pezzi speciali.

20 – Impermeabilizzazione terrazze eseguita con guaina in poliestere garantita da polizza decennale o tramite guaina cementizia impermeabilizzante del tipo mapelastic.

21 – Coibentazione ed impermeabilizzazione delle coperture tramite sistema isolante ottenuto mediante il procedimento di accoppiamento a caldo tra membrana bitume polimero elastoplastomerica impermeabile,  armata con velo di vetro rinforzato o tessuto non tessuto di poliestere espanso estruso, dello spessore derivato dal calcolo della legge 311 effettuato da tecnico abilitato, il tutto per ottenere un corretto isolamento termico.

22 – Fognature domestiche con tubi p.v.c. di idoneo diametro, interrate con pozzetti di ispezione e chiusini di cemento fino al limite del lotto, ed allacciamento alla fognatura comunale, il tutto nel rispetto delle norme previste dall’Amministrazione Comunale.

23 – Scale condominiali con struttura in cemento armato e rivestimento in marmo di Trani o similare.

24 – Impianto Autoclave: sarà di idonea portata e completo di ogni parte necessaria a rendere l’impianto finito e funzionante.

25Classificazione energetica: classe A.

Tale classe viene raggiunta grazie a scelte progettuali orientate su materiali da costruzione ad elevate prestazioni termo isolanti, nonché con la posa, compresa nel medesimo capitolato, di pannelli solari termici di nuova generazione per la produzione fino all’80% del fabbisogno medio annuo di acqua calda sanitaria.

IMPIANTO IDRAULICO

a) CUCINA: in ogni cucina sarà realizzato l’impianto di adduzione per acqua calda e fredda, scarichi in plastica da posizionarsi in prossimità della colonna di scarico in p.v.c., un attacco gas metano.

b) BAGNO: in ogni bagno sarà realizzato l’impianto di adduzione per acqua calda e fredda, scarichi in plastica per i pezzi previsti (lavabo – bidet – piatto doccia), adduzione di acqua fredda per la cassetta scaricatrice del W.C., scarico in plastica del W.C. da posizionarsi in prossimità di qualsiasi impianto esistente (bagno o cucina).

c) Attacco lavatrice: in ogni appartamento verrà predisposto n. 1 attacco di scarico per lavatrice da posizionarsi in prossimità di qualsiasi impianto esistente (bagno o cucina)

d) Attacco acqua calda/fredda con scarico terrazzo (predisposizione per pilozzo) in prossimità di qualsiasi impianto esistente.

SANITARI E RUBINETTERIE

a) BAGNO:

– Serie completa di sanitari in porcellana bianco europeo a pavimento (lavabo con colonna, vaso e bidet) marca Pozzi Ginori serie Colibrì 2, Selnova 3 o similare, in alternativa marca Dolomite serie Gemma 2 o similare.

– Rubinetterie per Lavabo Bidet e doccia del tipo monocomando con scarico automatico marca:

Ideal Standard modello Ceraplan 3

Frattini serie 4 o serie 18 o similari;

In foto alcuni esempi di rubinetterie per lavabo:

Piatto doccia in porcellana delle dimensioni 75×75 o dove possibile 72×90, asta saliscendi a 3 getti.

IMPIANTO DI RISCALDAMENTO

a) RADIATORI: elementi di alluminio del tipo JET H700 KC 175 o similari con quantità per ogni locale come da calcoli termici che saranno effettuati da un tecnico abilitato.

b) DISTRIBUZIONE: la distribuzione di multistrato coibentato di dimensioni derivate da calcolo, riuniti con clarinetto incassato e sportellino in lamiera zincata.

c) CALDAIA del tipo a condensazione, marca Chaffoteaux, modello INOA GREEN 24 EU, o similare con potenza adeguata all’appartamento, posta nel balcone.

d) CONDIZIONAMENTO: predisposizione per n. 2 punti di climatizzazione (1 nel reparto giorno e 1 nel disimpegno notte).

IMPIANTO ELETTRICO APPARTAMENTI:

Soggiorno punto luce invertito n. 1
Pranzo presa luce semplice n. 4
presa calore 15 Ampere n. 3
Bagno: presa luce 10 Ampere n. 1
punto luce semplice n. 2
Camera: presa luce semplice 10 Ampere n. 3
matrimoniale punto luce invertito n. 1
Camera: presa luce semplice 10 Ampere n. 2
singola punto luce invertito n. 1
Disimpegno: punto luce derivato n. 1
Balcone: punto luce n. 1
Dep.occ.: presa luce semplice 10 Ampere n. 3
ove previsto punto luce invertito n. 1
Wc Dep.occ.: presa luce n. 1
ove previsto punto luce n. 2
Prese TELECOM con colonna montante n. 2
Prese T.V. centralizzata per ricezione
digitale terrestre (escluso decoder) n. 2
Presa TV satellitare (escluso decoder) n. 1
Impianto citofonico con campanello di chiamata n. 1
Impianto citofonico con campanello di chiamata n. 1
Attacco Caldaia a Gas Metano n. 1
Centralina di comando per luce n. 1
Interruttore differenziale magnetotermico n. 1
Pulsante luce scale (interno appartamento) n. 1
Colonna alimentazione appartamento n. 1
Termostato ambiente n. 1
Punto luce garage (placche in plastica) n. 1
Presa luce 10 Ampere garage (placche in plastica) n. 1

 

ALLEGATO 2/A

Impianto elettrico completamente sfilabile, eseguito secondo le prescrizioni C.E.E., conduttori di sezione derivata da calcolo, come di seguito specificati, completo di salvavita, scarico a terra, interruttori del tipo AVE o similari, componibili in scatole rettangolari con marchio di qualità e placche in tecno-polimero.

Canalizzazioni:

–       Pareti: corrugato in p.v.c. leggero con diametro adeguato, con libero il 40% della sezione;

–       Sottopavimento: corrugato in p.v.c. pesante con diametro adeguato, con libero il 40% della sezione;

–       Scatole portafrutto di tipo standard;

–       Scatole di derivazione rettangolari 10/12 o tonde 0 85 con coperchio con chiusura a vite.

 

Linea di alimentazione e varie:

–       Dorsale principale FM. 220 Volt. sezione minima 6 mmq.

–       Derivazione FM. 220 Volt. sezione minima 2,5 mmq.

–       Dorsale principale illuminazione 220 Volt. sezione minima 2,5 mmq.

–       Derivazione luce 220 Volt. con intensità 10 Ampere sezione 1,5 mmq.

–       Deviate (collegamento fra due deviatori o invertitori) sezione minima 1,5 mmq.

–       Giunzioni alle scatole di derivazione con cappucci metallici con protezione in p.v.c. o capuis.

–       Neutro colorazione celeste.

–       Fase colorazione nera o marrone di norma.

–       Terra giallo e verde di sezione minima pari a quella più grossa del filo usato.

–       Messa a terra dell’impianto elettrico.

 

 

ALLEGATO 2/B

 

AUTOCLAVE:

a)    – Linea di alimentazione ed allacciamento autoclave;

b)    – N. 1 punto luce e n. 1 presa da 10 Ampere con placca in plastica;

c)    – Interruttore quadripolare magnetotermico da 25 Ampere;

d)    – Interruttore bipolare da 10 Ampere;

e)    – Interruttore galleggiante;

f)     – Corpo illuminante a protezione stagna completa di lampada da 60 W.

 

POMPA DI SOLLEVAMENTO:

a)    – Allacciamento pompa di sollevamento con linea di alimentazione e quadro.

ILLUMINAZIONE CORSIE AUTORIMESSE (piano interrato):

a)     punti luce comandati a tempo, con  pulsanti con lampada spia ed orologio temporizzatore.

ASCENSORI:

Ascensore elettrico conforme alle disposizioni legislative in materia ed alle interpretazioni ufficialmente note alle prescrizioni contenute nella Direttiva Ascensore 95/16/CE e Norme Armonizzate EN81.

Caratteristiche tecniche:

Portata 480 kg. – capienza 6 persone

Alimentazione a corrente alternata monofase 220 Volts – 50 Hertz

Motore elettrico gearless a magneti permanenti, con sistema rigenerativo, controllo trazione a frequenza variabile con controllo digitale per la massima efficienza elettrica ed il minimo consumo energetico, protetto ed equipaggiato con opportuna protezione termica.

Sospensione con cinghie piatte ; manovra universale, automatica a pulsanti.

Cabina con pannello comandi, parete lato porta in lamiera plastificata colore bianco e pareti laterali in lamiera plastificata colore beige; dispositivo di illuminazione a soffitto tipo SPOT nel tetto, finitura lamiera plastificata con colore bianco con luce di emergenza.

Pavimento in gomma liscio.

Bottoniera comprendente pulsanti linea Olympus o similari con numeri in rilievo e caratteri Braille, pulsante di allarme, pulsante aperture porte, citofono collegato con il locale macchine, allarme inviato/ricevuto,comunicazione bidirezionale tra cabina e centro pronto intervento,sovraccarico, sintesi vocale.

Porta cabina automatica a due ante telescopiche laterali, completa di meccanismo e soglia,controllata in chiusura da fotocellula a raggi infrarossi, finitura in lamiera plastificata colore Bianco.

Porte dei piani automatica a due ante telescopiche laterali, completa di meccanismo e soglia, protezione tagliafuoco.

Compare

Enter your keyword